Apple record in Cina: vendite iPhone superano gli Stati Uniti

Vendite Iphone Apple Cina

Apple da dati recenti, ha sbancato in Cina:  ha venduto, per la prima volta più iPhone lo scorso anno nel territorio cinese che nel suo territorio d’origine, gli Stati Uniti, evidenziando ormai uno spostamento sostanziale di equilibrio di potere del mercato degli smartphone. Gli analisti stimano che la societá californiana ha raggiunto il punto di svolta nelle vendite in Cina dopo l’ampliamento della propria presenza tramite un accordo con China Mobile, il più grande operatore di rete del paese, e dopo il rilascio dell’ultimo iPhone 6 nel paese nel mese di ottobre. In crescita la quota di mercato di iPhone in Cina. Tim Cook, amministratore delegato, aveva detto nel 2013 che c’erano le basi affinché la Cina potesse superare alla lunga gli Stati Uniti come la più grande fonte di entrate della Apple. L’iPhone rappresenta già oltre la metà del totale delle vendite di Apple e una quota ancora maggiore dei suoi profitti. Gli analisti stimano che la Cina ha rappresentato il 36 per cento delle spedizioni di iPhone nel trimestre più recente, rispetto al 24 per cento per gli Stati Uniti. Nello stesso periodo dello scorso anno, il 29 per cento di unità erano state vendute negli Stati Uniti e il 22 per cento in Cina, dati che testimoniano il cambio di rotta. Inoltre il divario é destinato ad aumentare con il lancio del nuovo smartwatch in Cina nei prossimi mesi. Il mercato della telefonia mobile in Cina è grande e sta crescendo molto velocemente  mentre negli Stati Uniti é sempre più saturo ma Apple deve affrontare sfide anche lì, nuovi scontri con il governo cinese. La Cina sta diventando sempre più importante per Apple, ma questo non significa che l’iPhone domina il mercato poiché i dispositivi a basso costo, la maggior parte con il software Android di Google, continuano a essere i piú venduti sul mercato cinese.

Nella nicchia di lusso dei telefonini si osserva una crescita sostanziale di Tonino Lamborghini. L’azienda italiana quest’anno aprirá l’ufficio negli Emirati Arabi Uniti con l’intenzione di espandersi nel territorio del Golfo Persico. Tonino Lamborghini mobile vede il business smartphone di lusso globale in crescita a due cifre ogni anno, nonostante le condizioni macroeconomiche e il mercato complesso. Bob Hatefi, CEO dell’azienda di smartphone di lusso italiana, ha detto che molti milionari e miliardari si sono aggiunti ogni anno e hanno nuove esigenze e bisogni. L’azienda italiana è entrata nel business smartphone nel 2012, ma ha lanciato il suo primo dispositivo nel 2014. Egli ha detto che il 2014 è stato un anno di analisi, ricerca e conoscenza del mercato. L’azienda ha venduto circa 10.000 unità del suo primo smartphone. Il telefono non ha nulla a che fare ora con la casa automobilistica sportiva Lamborghini. I principali mercati per Tonino Lamborghini mobile sono la Cina (compresa Hong Kong), la Russia e il GCC.

Tonino Lamborghini mobile: serie spyder

 

Ci sono solo pochi marchi leader del settore del lusso. “I marchi di lusso non seguono la tecnologia poiché la tecnologia si muove troppo velocemente. Tutti i leader smartphone tecnologici hanno perso quote di mercato considerevolmente dopo un certo periodo di tempo. Come Motorola, BlackBerry e Nokia. Quello che è sopravvissuto nel corso degli anni è stato Vertu che è stato creato nel 1998. È ancora in giro e ancora fa affari perché il loro approccio non è stato quello di portare la tecnologia, ma portare una differenza per il mercato di nicchia del lusso. Non credo che Vertu ci considerano come un concorrente perché Vertu è un bene di lusso high-end, noi siamo un elemento tecno-lusso. Il loro posizionamento sul mercato è completamente diverso. Sono nel segmento gioiello e noi non lo siamo”, ha concluso Hatefi. Tonino Lamborghini mobile invece coniuga lusso con tecnologia in un mix esplosivo creado un mercato a sé stante che in questo primo anno di attivitá sta ottenendo i risultati sperati e soprattutto meritati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>