Governo UAE, ufficiale: arriva l’Iva anche negli Emirati Arabi Uniti

Se ne parlava da tempo e c’erano già state delle chiacchiere e delle presunte conferme, ma ora è ufficiale: il governo degli Emirati Arabi Uniti ha confermato l’introduzione dell’Iva e ha annunciato la data ufficiale di applicazione “La percentuale sarà del 5 per cento,” ha dichiarato Obaid Humaid Al Tayer, Ministro di Stato Uae per gli Affari finanziari,  dopo una conferenza stampa congiunta con Christine Lagarde, direttore generale del Fondo monetario internazionale (FMI), a Dubai.

“L’Iva sarà attuata dal 1° gennaio, 2018,” ha detto.

Il 1° gennaio, 2018 questa la data ma sarà attuata da tutti i paesi GCC?

Al Tayer ha osservato che è previsto l’accordo quadro sull’attuazione dell’Iva in tutto il GCC ed è stato già firmato a giugno 2016. “Altri paesi possono entrare nello stesso periodo o prendere una data successiva di applicazione, ma non oltre il 1° gennaio 2019,” ha dichiarato Al Tayer.

Il che significa che, mentre gli Emirati Arabi Uniti faranno entrare l’iva nel 2018, è possibile che alcuni altri coetanei GCC potranno attuarla in un secondo momento (non più di un anno dopo, però).

In ogni caso i paesi del GCC hanno deciso di unificare le loro politiche fiscali prima dell’introduzione l’Iva.

Si è calcolato che gli Emirati Arabi Uniti guadagneranno un fatturato stimato, grazie all’introduzione dell’Iva compreso tra DH10 miliardi di Dirham e DH12 miliardi nel primo anno di applicazione.

Si è anche ribadito che tale Iva sarà esente in settori quali la sanità, l’istruzione, i servizi sociali oltre a diversi prodotti alimentari.

Al Tayer, nel frattempo, ha osservato che il Ministero è attualmente nelle prime fasi di studio per capire i potenziali impatti economici e sociali nell’attuare l’imposta sulle società. 

UAE dice no all’imposta sul reddito – per ora-

Il Ministero delle Finanze degli Emirati Arabi Uniti ha anche confermato che non sta prendendo in considerazione l’attuazione di un Irpef sugli individui. Al Tayer ha detto che gli Emirati Arabi Uniti non ha intrapreso alcuno studio sul reddito delle persone fisiche finora e ha detto che nessuna proposta del genere è per ora in esame.

Egli ha aggiunto che la priorità attuali del Ministero sono per creare le infrastrutture necessarie per la realizzazione dell’Iva.

Perché l’Iva?

Il Fondo Monetario Internazionale -FMI- è solo uno tra gli altri organismi internazionali che hanno consigliato e incoraggiato gli Emirati Arabi Uniti e il resto dei paesi del GCC ad introdurre la tassazione tra le diverse opzioni che governo aveva per rafforzare la loro base di reddito al fine di ridurre al minimo la dipendenza dal prezzo del petrolio globale fluttuante. 

governo emirati arabi uniti iva ufficiale

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>