Luino – Emirati Arabi Uniti: quando l’unione crea ricchezza

Luino Emirati Arabi Uniti gemellaggioLuino, è un comune italiano in Lombardia. Sorge sulle calme rive del Lago Maggiore, al confine con la Svizzera.  Questo antico borgo medievale ha stretto un gemellaggio unico e speciale con il popolo emiratino. Due popoli, due culture che hanno deciso di venirsi incontro, di conoscersi. Una conoscenza che si è consolidata nel tempo: alcuni luinesi si sono recati per lavoro negli Emirati Arabi Uniti, altri hanno scelto di creare una propria attività in una terra così diversa per usi, abitudini e quotidianità. Luino si sta preparando all’Expo 2015 con un piano di comunicazione che prevede diverse iniziative rivolte agli stranieri che verranno a visitare la città. Nei giorni scorsi dal sito comunale è stata creata una pagina di presentazione in varie lingue. Quest’anno l’attenzione è sull’accoglienza, anche da un punto di vista linguistico, con vari eventi e gite alla scoperta delle antiche ville luinesi con traduttore ma anche articoli su testate straniere.

Non a caso Luino è tra i Comuni del Varesotto più interessati alle ricadute turistiche dell’Expo 2015, sfruttando anche questa sua bellissima relazione con gli Emirati Arabi Uniti che parteciperanno al grande appuntamento milanese con il tema “Cibo per la mente”, che riprende la voglia di pensare e analizzare le questioni culturali, etiche, sociali poste sia dalla necessità che il cibo sia nutrizione del mondo e sia dalla necessità che lo stesso cibo sia a sua volta sostenibile. Il Padiglione dell’Emirato si estenderà su uno spazio complessivo di 4.386 metri quadri e avrà muri di sabbia increspata alti dodici metri. Questo gemellaggio si è consolidato grazie alla capacità e alla voglia di conoscersi nel profondo e all’integrazione. L’Assessore al Territorio della Città di Luino Alessandra Miglio con il marito è andata varie volte negli ultimi anni a Dubai perché la figlia Alice è riuscita ad avere l’opportunità di lavorare in questa terra magnifica “L’ultima volta in cui siamo partiti alla volta di Dubai per andare a trovare nostra figlia che vive lì, abbiamo fatto visita anche ad un nostro amico emiratino. Abbiamo scoperto che il figlio di quest’ultimo alleva pecore e capre per passione”. Anche negli Emirati, quindi, proprio come in Italia, si possono scovare allevamenti di piccole dimensioni in cui i produttori mettono grande passione nella loro attività quotidiana. “Gli allevatori sono pochi – continua l’Assessore – anche perchè il deserto non è esattamente il luogo più adatto a questa attività, ma la passione supera gli ostacoli”.

Durante la loro permanenza nello stato arabo la famiglia Gambato è stata invitata a visitare una fattoria. La visita all’allevamento è avvenuta al buio, la sera perchè il proprietario durante il giorno ha un altro lavoro e va dai suoi animali solo la sera. L’atmosfera suggestiva del deserto ha creato un contesto magico dando ancora più valore a questa già arricchente esperienza che ha fatto avvicinare i due popoli e i due mondi: l’idea ora è di riuscire a consolidare questo bel rapporto tra gli allevatori del luinese e degli Emirati Arabi Uniti. In occasione dell’Expo 2015, infatti si inviteranno gli allevatori emiratini a venire in Italia per conoscere  la dimensione rurale di Luino e i suoi allevamenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>