L’uso della bici stile europeo stimola gli Emirati Arabi Uniti: ecco la nuova sfida

uso bici stile europeo stimola Emirati Arabi UnitiOrmai tantissimi europei vivono a Abu Dhabi e negli Emirati Arabi Uniti, sempre piú persone stanno iniziando ad utilizzare la bici in maniera piú costante. Naturalmente più persone sarebbero incoraggiate a iniziare a pedalare se solo fossero più consapevoli delle norme di sicurezza stradale e di come usare la bici al meglio. Qui, andare in bici in alcune zone ancora non é molto sicuro. Intanto peró si stanno moltiplicando le campagne e iniziative per sensibilizzare l’uso della bici come quella di Roudha Alawadi che ha contribuito a creare un gruppo UAE di ciclismo al femminile che organizza gite in biciclette a noleggio intorno a Downtown Dubai. Secondo lei la bici potrebbe funzionare anche per gli spostamenti giornalieri: “non c’é la possibilitá di prendere la bici, in particolare vicino alle stazioni della metropolitana, bisogna prendere un taxi di solito, ma se fosse introdotto un sistema funzionante, si potrebbero vedere molte persone usare la bici, anche negli Emirati Arabi Uniti “. Un’altra iniziativa riguarda la campagna #cycletoworkuae lanciata da un quotidiano che ha invitato le persone a lasciare le loro auto a casa e utilizzare le due ruote per andare al lavoro. Questa iniziativa ha riscosso un buon successo. Altra divertente iniziativa in questa direzione viene dai dipendenti dell’Ambasciata olandese che hanno utilizzato l’andare in bici tutti insieme come una modalitá di team-building educativo e formativo. È molto importante aumentare la consapevolezza attraverso delle iniziative anche nelle scuole primarie e se l’idea di affrontare le strade locali vi scoraggia é importante sapere che Dubai ha ora due grandi piste ciclabili, a Nad Al Sheba e il Dubai Cycling Course a Al Qudra mentre Abu Dhabi ha il recentemente esteso la pista ciclabile di Al Wathba. L’uso della bici inoltre permetterebbe di ridurre la congestione del traffico in alcune zone di Dubai e Abu Dhabi che arriva ad essere insopportabile. Non a caso nel mese di aprile dello scorso anno, il Dipartimento dei Trasporti aveva presentato un progetto per rendere le strade più sicure per i ciclisti e incoraggiare i residenti ad andare a piedi o in bicicletta con l’obiettivo di raddoppiare il numero di percorsi possibili entro il 2020. Che la sfida abbia inizio. L’expo 2020 é alle porte.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>