Nuova autostrada Abu Dhabi-Dubai: nuovo piano per risolvere la viabilità negli Emirati Arabi Uniti

La nuova autostrada che collega Abu Dhabi e Dubai é quasi pronta. Sarà inaugurata entro la fine dell’anno o l’inizio del 2017. Lunga oltre una sessantina di chilometri, e nelle intenzioni governative dovrebbe riuscire ad eliminare il traffico e varie problematiche di viabilità sull’autostrada attualmente esistente tra i capoluoghi dei due stati del Golfo.

Il progetto, in corso di esecuzione da parte di un’azienda statale di Abu Dhabi in collaborazione con il Dipartimento per gli Affari municipali e dei Trasporti, è una delle più importanti iniziative mai costruite.

L’opera, che ha richiesto un investimento di circa 2,1 miliardi di Dirham degli Emirati ed è iniziata nel primo trimestre del 2014, è stata attualmente completata per il 98% della sua estensione e può contare su quattro corsie per ogni direzione di marcia, e altrettanti sottopassaggi, oltre a due stazioni di rifornimento.

La strada è uno dei progetti che contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi del Piano strategico di Abu Dhabi per migliorare la qualità delle infrastrutture e rafforzare lo sviluppo economico dell’emirato.

La strada, capace di trasportare fino a 8.000 veicoli all’ora, permetterà di garantire un più facile accesso a luoghi come l’Abu Dhabi International Airport, Yas Island, Saadiyat Island e aree residenziali di Abu Dhabi come Al Falah e Al Samha.

L’autostrada sarà un’estensione di Mohammed bin Zayed Road (E311), e si collegherà al confine tra Abu Dhabi e Dubai con l’interscambio Sweihan.

Sarà un’arteria strategica, in grado di assorbire ulteriore traffico nelle ore di punta.

Sono tanti i progetti che stanno cercando di ridurre il traffico e migliorare la viabilità. A Dubai ed Abu Dhabi sono ormai piene di auto e problemi, incidenti e congestionamenti sono ormai quotidiani. A partire dal 2015, sono state immatricolate 1,5 milioni di vetture solo a Dubai, 520 automobili per ogni 1.000 persone. Oltre a progetti statali, sono in corso anche alcuni progetti privati che cercano di risolvere lo stesso problema aiutando le persone a non essere costrette a passare la giornata in un’auto.

Mvmant, per esempio, permette ai pendolari che vivono nello stesso quartiere di condividere un taxi per la loro destinazione.

La tariffa del taxi in media é di Dhs 1.87 per chilometro. Con questo progetto condividere un posto in taxi costerà 40 Fils per chilometro. Un totale di 15 vetture Mvmant saranno introdotte a Dubai all’inizio del prossimo anno per poi estendersi in tutto l’emirato.

Il progetto é in fase di avvio e non é l’unico. autostrada abudhabi dubai progetto riduzione auto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>