Special Olympics 2019 ad Abu Dhabi

Le Special Olympics 2019 si faranno ad Abu Dhabi. Nei giorni scorsi, Abu Dhabi aveva ufficializzato la sua candidatura per ospitare le Special Olympics 2019 edizione estiva, che uno dei più grandi eventi sportivi mondiali per atleti con bisogni speciali e disabilità, tra l’altro per Abu Dhabi si tratta di una vittoria doppia perché sarà anche il primo grande evento sportivo della regione per questo tipo di atleti.

Il consiglio d’amministrazione internazionale delle Special Olympics ha tenuto una riunione a Washington, DC dove sono stati lieti di assegnare il loro evento più importante e il più grande evento umanitario e sportivo del mondo ad Abu Dhabi. Il consiglio internazionale ha deliberato all’unanimità di assegnare i giochi mondiali estivi ad Abu Dhabi sulla base di una proposta completa, una visita in loco da parte di un comitato del consiglio, e la visione prospettica del paese di creare l’inclusione delle persone con disabilità in tutti gli Emirati Arabi Uniti e il mondo.

Le Special Olympics World Games di Abu Dhabi sarà un evento rivoluzionario per il nostro movimento e per la regione del Medio Oriente”, ha condiviso Timothy Shriver, Presidente Special Olympics  “Non c’è luogo migliore o più intenso di Abu Dhabi per invitare il mondo a partecipare ad una festa di sport, per celebrare le persone di tutti i tipi, e per dimostrare al mondo che le linee di divisione possono essere cancellate. Siamo entusiasti di essere i primi giochi olimpici globali di queste dimensioni che si terranno nella regione del Medio Oriente”. “È tempo di incarnare gli ideali di tolleranza in tutto il mondo che funziona solo se c’é empatia e inclusione,vogliamo creare un punto di svolta per gli educatori di tutto il mondo”. Ha continuato Shriver.

I giochi sono stati fortemente appoggiati da HH lo sceicco Mohammed bin Zayed, principe ereditario di Abu Dhabi e Vice Comandante Supremo delle Forze Armate.

“È come un sogno che si avvera”, ha detto Majid Al Usaimi, direttore nazionale delle Special Olympics degli Emirati Arabi Uniti”. E dietro di esso c’é Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Zayed che é sempre stato attento alle particolari esigenze nella società tradizionale e nel sistema di istruzione”.

Negli Emirati Arabi Uniti circa l’8 per cento della popolazione ha disabilità, analogamente ad altre nazioni.

I Giochi saranno caratterizzati da circa 7.000 atleti provenienti da 170 paesi con 22 eventi sportivi, così come 20.000 volontari e una previsione di 500.000 spettatori e 4.000 ospiti.

Gli Special Olympics World Games si svolgono ogni due anni e sono riconosciuti dal Comitato Olimpico Internazionale. A differenza dei Giochi Paralimpici, essi non sono tenuti nello stesso anno o in concomitanza con i giochi olimpici.

Tutti e due offrono a persone con disabilità, la possibilità di gareggiare a livello mondiale, agendo su una base non-profit a livello internazionale. Ci sono però alcuni criteri diversi: le Special Olympics permettono, attraverso lo sport, di concretizzare le proprie abilità. A questo proposito, i loro eventi sono aperti a tutti e garantiscono ad ogni partecipante delle competizioni leali attraverso la creazione di categorie di capacità e non con un sistema di qualificazione delle prestazioni. Per Special Olympics, l’eccellenza è sinonimo di realizzazione personale ed è valutata sulla base di obiettivi personali.

I Giochi Paralimpici prevedono invece il raggiungimento di prestazioni sportive di alto livello fissate dal CIP (Comitato Internazionale Paralympics) come pure dai responsabili tecnici delle diverse discipline sportive. Soltanto gli atleti con le migliori prestazioni possono partecipare alle competizioni internazionali.Accordo Abu Dhabi ospitare Olimpiadi disabilità

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>